GIALLO, BIANCO e VERDE, acrilici su tela


Le sensazioni che mi hanno provocato questi colori si sono trasformate in queste opere realizzate nel 2010

“L’étang des grenouilles”, e’ un’opera in cui cerco di dire che all’inizio eravamo tutti immersi nell’acqua e gli anfibi ci ricordano di “quando eravamo anche noi rane” e del loro lavoro plurisecolare per riportarci sulla terra.
“Circa 350 milioni di anni fa dai crossopterigi, un gruppo di pesci dotati di pinne robuste e muscolose e di un’estroflessione del canale digerente (che in caso di necessità poteva essere impiegato come rudimentale polmone), derivarono gli anfibi. Gli anfibi svilupparono veri e propri arti e polmoni più efficienti. Essi però non si svincolarono definitivamente dall’acqua, dalla quale dipendevano soprattutto per la riproduzione. Da un gruppo di anfibi, che avevano sviluppato degli adattamenti alla siccità, derivarono i rettili. Diversamente dai loro progenitori, i rettili hanno la pelle coperta di squame impermeabili, la loro fecondazione è interna e le uova sono protette da un guscio impermeabile. Come gli anfibi, anche i rettili sono animali ectotermi, o eterotermi, cioè disperdono facilmente il calore corporeo, per cui la loro temperatura non è costante ma varia con quella dell’ambiente. I rettili dominarono sulla fauna terrestre per circa 250 milioni di anni. Durante questo periodo si svilupparono forme di grandi dimensioni, tra le quali i dinosauri. Alcuni rettili si adattarono alla vita acquatica, altri divennero capaci di compiere voli planati, grazie a particolari espansioni della pelle. Circa 65 milioni di anni fa un mutamento climatico su scala planetaria, provocato probabilmente dall’impatto di un enorme meteorite con la Terra, determinò l’estinzione di numerose specie, tra cui tutte le ammoniti e molti rettili. Nel frattempo alcuni rettili avevano sviluppato peli e penne per trattenere il calore corporeo (animali endotermi, od omeotermi). In questo modo essi potevano essere attivi anche di notte ed evitare i predatori ectotermi, che erano intorpiditi dal freddo. Gli uccelli derivano da rettili provvisti di penne, che ne svilupparono di più lunghe e forti alle estremità degli arti anteriori e della coda. Poterono così dapprima planare e in seguito volare, grazie anche ad alcuni adattamenti dello scheletro e della muscolatura. Dai rettili ricoperti di peli si svilupparono i mammiferi, caratterizzati dal fatto di partorire figli vivi e non uova (viviparità) e dalla presenza di ghiandole mammarie. I primi mammiferi erano di piccole dimensioni e attivi solo di notte. Quando la maggior parte dei rettili si estinse, i mammiferi si diversificarono e occuparono tutti gli ambienti… http://www.sapere.it/.”                      Tutto questo per dire che proveniamo dallo stesso stagno!!!
 

 

l'étang des grenouilles

“L’étang des grenouilles”, particolare

 

Passeggiata sulla riva del sole

 

Bianco Malevič

Articoli correlati

Grigio, acrilici su tela

Pastelli

Viola, acrilici su tela

Comments are closed here.

Chi sono

Luigi Impieri

Luigi Impieri

Artista poliedrico i cui interessi spaziano dalla pittura, alla ceramica, al designer, all’installazione, alla scenografia, alla cura di eventi d'arte e culturali, al trencadís. continua

Ultimi articoli

Calendario

Gennaio: 2020
L M M G V S D
« Dic    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Seguimi su Facebook