Si/Cura/Mente 2, (2018) rinnovo del trencadís, già realizzato nel 2010, a Forlì in vicolo Oreste Casaglia


 
 
 
L’opera intitolata SI-Cura-Mente, iniziata e terminata per una prima parte nel 2010 (su commissione di Inail, patrocinio del Comune di Forlì, dell’Ufficio scolastico provinciale e del Liceo Classico Morgagni), ha in origine, avuto come tema conduttore, la sicurezza sul lavoro. L’intervento fu eseguito in un posto, il tunnel di via Oreste Casaglia, oggetto di diverse azioni vandaliche ed imbrattature, come si evince dalle foto allegate.
Fu realizzato grazie alla partecipazione di tante classi (accompagnate da diversi insegnanti e dirigenti), del Liceo Classico Morgagni e altre scuole, di ogni ordine e grado, non soltanto forlivesi.
L’opera si componeva di innumerevoli cuori rossi, barchette, colombe e gabbiani bianchi, in maiolica, realizzati dall’artista, a ricordare coloro che sono state vittime degli incidenti sul lavoro.
 
Successivamente il Comune di Forlì, precisamente nel nel 2018, mi ha commissionato un ampliamento dell’opera (inaugurazione avvenuta in via Oreste Casaglia, alla presenza delle autorità, martedì 5 giugno 2018, alle ore 12.00).
 
Il “nuovo” lavoro si è volto per completare decorativamente un luogo, che costituisce il passaggio tra il parco urbano Franco Agosto, il museo San Domenico e il centro storico della città di Forlì. Queste elencate, sono aree cittadine, dove passano quotidianamente numerosi residenti e diversi turisti. Il mosaico trencadìs. qui realizzato, occupa uno spazio di diversi mq. in tutta l’area del tunnel (sulla cui superficie scorre Via Salinatore), ma anche sulle conseguenti  pareti limitrofe.
 
Ho qui rappresentato un tema, secondo il mio stile “surreale”, che definisce il passaggio dalla vita acquatica a quella terrestre, evocando i due fiumi (oggi sotterranei), che attraversano Forlì, ma che scorrono come il viavai delle parsone, che transitano lungo la via Casaglia. 
Sulle pareti verticali, sono stati rappresentati sei pesci, che nuotano innamorati (alcuni s’incontrano ed altri si baciano), a cui seguono fuori dalla galleria, due grosse Gecolucertole, anch’esse in posa amorosa, sentimento che andrebbe lasciato fluire tra le persone e tra i popoli, come contrasto all’odio.
In alto, sui frontoni posti all’all’altezza di via Salinatore, vi è rappresentato il tema della primavera (rappresentata non soltanto da cuori, fiori e farfalle), metafora di rinascita, di un luogo risanato grazie ad un intervento artistico.
 
Per creare un rapporto più empatico tra i cittadini e l’opera, ho chiesto ai passanti ed ai volontari (tanti) che hanno preso parte all’esecuzione, di donarmi qualsiasi oggetto inorganico, da poter posizionare nel mosaico, ciò al fine di creare un rapporto ricco di richiami emotivi, tra l’oggetto donato, il suo proprietario, l’artista, lo spettatore, l’ambiente urbano ed umano.
La risposta è stata grande ed immediata. 
Dunque come per molte opere che io realizzo, anche in questo trencadìs, ho inserito non solo piastrelle rotte e ritagli di specchi (molto dei quali sottratti alla dispersione ambientale, per farne recupero ecologico), ma grazie anche ai tantissimi oggetti ricevuti, ho potuto imprimere nell’opera nuovi “colori”, ricchi di storie e memorie, che potrebbero essere raccontate, per quanto sono diventate “toccanti”.
 
Alla realizzazione dell’opera, al fine di creare una rete di cittadinanza attiva e di sensibilizzazione all’arte, hanno partecipato, con generosità ed entusiasmo gruppi di studenti, insegnanti, dirigenti, del Liceo Classico Morgagni e di tantissime altre scuole, di ogni ordine e grado, cittadini  comuni e/o riuniti in associazioni, artisti ( Raffaella Bartolini, Claudio Brunelli, Flamigni, Idilio Galeotti, Patrizia Giambi, Meris Giardini, Enrico Medri, Stefano Ricci e altri ai quali chiedo scusa per non ricordarne il nome), appassionati d’arte, alcuni dei quali sono stati spesso presenti e partecipi alla realizzazione dell’opera.
 

Si/Cura/Mente si trova qui:

PS: se volete aiutarmi a condividere questo bel progetto, pubblicate le vostre foto con l’hashtag #TrencadísForlì! 😉

https://www.forlitoday.it/video/mosaico-trencadis-sottpasso-oreste-casaglia.html

https://www.forlitoday.it/video/inaugurazione-vicolo-casaglia.html

Articoli correlati

Verde

Il Geco che gioca

Romantico aMare

Comments are closed here.

Chi sono

Luigi Impieri

Luigi Impieri

Artista poliedrico i cui interessi spaziano dalla pittura, alla ceramica, al designer, all’installazione, alla scenografia, alla cura di eventi d'arte e culturali, al trencadís. continua

Ultimi articoli

Calendario

Novembre: 2020
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Seguimi su Facebook